Category Archives: progetto M4R

VET4 il progetto di Mediazione Interculturale: la conferenza finale a Bruxelles

brisel_romaLa conferenza di chiusura del progetto VET4 Mediation with Roma, che il provincial Protector of Citizens – ombudsman (PPCO) ha sostenuto negli ultimi due anni, si è svolta lo scorso martedì presso la sede del Ministero del Lavoro belga a Bruxelles. Il progetto internazionale è stato implementato in cinque paesi europei con l’obiettivo di promuovere la mediazione nelle comunità rom, al fine di rafforzare le capacità di mediatrici e mediatori attraverso gli strumenti della formazione e facilitando il loro impegno nelle comunità locali di appartenenza.

Continue reading

Formazione dei Referenti Nazionali a El Prat de Llobregat, Barcellona

CEtYRpRW8AAOwF4 Il primo passo per implementare la formazione dei mediatori rom è stata l’organizzazione del test pilota a El Prat de Llobregat l’11 e il 12 maggio. Il Comune di El Prat de Llobregat ha offerto sostegno alla manifestazione e ha illustrato il processo di mediazione Rom che il consiglio comunale ha già sviluppato nel quartiere di San Cosme per 25 anni. Continue reading

Incontro pubblico e Terzo Meeting di Coordinamento a Timisoara

IMG_4367Un evento pubblico a Timisoara (Romania) è stato celebrato il passato 21 aprile. L’incontro è stato dedicato a discutere e riflettere sulla mediazione in materia di istruzione e il ruolo dei mediatori scolastici. Durante l’incontro, il consorzio di Mediation4Roma ha ricordato l’importanza della certificazione e formazione professionale in Europa, sottolineando l’importanza di cercare il sostegno dei centri di certificazione nazionali durante l’attuazione della formazione.
Continue reading

La formazione di MEDIATION4ROMA ripone le sue basi nel Codice Etico per Mediatori

La formazione progettata dal team del progetto Mediation4Roma sarà basata sul Codice Etico per i Mediatori.Imagen Code 1

Il Consiglio d’Europa ha sviluppato il Codice all’interno del programma ROMED. Questo documento fornisce una base per la determinazione del ruolo, del profilo e dell’impegno che dovrebbero essere adottati dai mediatori nel corso della loro attività professionale..

Il Codice Etico per Mediatori stabilisce 10 idee chiare e indispensabili. Queste idee sono fondamentali per lo sviluppo adeguato della figura del mediatore e della sua relazione con le comunità Rom e con le istituzioni pubbliche.

Alcune delle idee più rilevanti stabilite dal Codice sono che il mediatore deve essere rispettoso, onesto e solidale nello sviluppo delle sue funzioni, deve essere proattivo per trovare soluzioni per i membri della comunità Rom, elaborando attività di prevenzione. Inoltre, il mediatore deve stabilire un impegno di riservatezza con il quale si impegna a non divulgare le informazioni ottenute senza il consenso esplicito della fonte. D’altra parte, il mediatore deve adottare un atteggiamento di rispetto per le tradizioni, le regole e la cultura.

In breve, il lavoro del mediatore è quello di garantire il benessere delle comunità più danneggiate agendo come un ponte tra i membri della Comunità e le istituzioni pubbliche.

Il team di MEDIATION4ROMA sta lavorando sul disegno del percorso formativo

2ND KICK OFF MEETING 2I partner coinvolti nel progetto Mediation4Roma sono attualmente al lavoro sulla progettazione della formazione ed educazione professionale per mediatori Rom. L’istituto Interculturale di Timisoara e la EARCS Speranta dalla Romania, stanno conducendo questo processo ponendo la loro ampia esperienza a supporto dei partner. Il processo di formazione, che è collegato con il precedente programma ROMED, sta cercando il riconoscimento ufficiale della formazione, al fine di promuovere e facilitare la conoscenza, l’occupabilità e la posizione dei mediatori con le comunità rom.

Il percorso formativo si articolerà in tre diversi moduli con diversi contenuti relativi alla mediazione. Questi moduli sono: comunicazione e l’alfabetizzazione digitale, mediazione interculturale e formazione specifica nel campo di lavoro dei mediatori (Istruzione, Salute, Occupazione e Comunità Locale Generale). Continue reading