L’esperienza di formazione spagnola

This post is also available in: Inglese, Francese, Spagnolo, Romani, Rumeno, Serbo

IMG_5073

Tre training differenti sono stati organizzate in modo da offrire ai mediatori le competenze propriamente tecniche in relazione ai diversi campi di intervento. Il principale obiettivo è stato quello di lavorare in piccoli gruppi, assicurando la partecipazione dei mediatori, personalizzando il loro apprendimento, migliorando gli utilizzi tecnologici e promuovendo connessioni tra esse.

Il primo training è stato frequentato da 12 mediatori rom provenienti dal “Promotors Escolars Programme”. Questi sono stati assunti dalla Fondazione Pere Closa in collaborazione con il Dipartimento Catalano dell’Istruzione. In buona sostanza, il loro ruolo è stato quello di collaborare con l’amministrazione relativamente alla frequenza scolastica dei bambini rom.

La formazione di Mediation4Roma ha fornito loro diversi strumenti per migliorare la comunicazione con le famiglie, oltre a promuovere dei canali per persuadere l’amministrazione dell’importanza della mediazione agita dalla comunità locale.

Il secondo training è stato frequentato da 7 mediatori della scuola di Siklavipen Savorença Project. Questi mediatori abituati a lavorare nel settore dell’istruzione, avevano già esperienza di lavoro con i minori, le famiglie, le scuole e le istituzioni. Nonostante questo, il training è stata l’occasione per parlare dei problemi della comunità, dell’incrementando della partecipazione dei bambini nelle attività di quartiere. La formazione ha offerto loro l’opportunità di condividere esperienze e di capire l’importanza della partecipazione delle famiglie affidatarie.

In conclusione, il terzo training è previsto per la fine del mese e interesserà 10 mediatori di altre organizzazioni rom che vogliono accrescere le proprie competenze e capacità. La Fundaciò Pere Closa fornisce facilitazioni a tutte quelle organizzazioni che intendono formare i propri dipendenti con nuove competenze nell’ambito della mediazione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *